Fondata nel 1991 da Guglielmo Procaccianti, La Desiana mette, quotidianamente, al servizio dei propri Clienti e nel pieno rispetto del loro intimo dolore, la propria esperienza, la propria dedizione, cortesia e discrezione. Il nostro obiettivo da sempre è quello di fornire un servizio di Onoranze Funebri moderno, educato ed il più completo possibile e di essere un riferimento per i famigliari in un momento delicato e doloroso.

Suggerire le possibili scelte in materia di cerimonie, forniture, sepolture, seguire il disbrigo delle pratiche, anticipare i costi per gli oneri funerari, sono parte fondamentale del nostro lavoro. I Famigliari devono poter vivere il loro lutto nel giusto raccoglimento.

L'importanza del servizio riveste per La Desiana un elemento distintivo assoluto. Questa missione è sposata da tutto il personale altamente qualificato ed anche dai nostri fornitori e collaboratori.


Questa storia inizia una sera di maggio 1991 quando papà Guglielmo, entrando in casa, annuncia “Ho rilevato la licenza per un’agenzia di pompe funebri.”.
I nostri sguardi stralunati vengono subito smontati dalle sue inamovibili certezze. Rivolgendosi al sottoscritto impone la sua legge: “Studierai su questi libri durante le vacanze, imparerai il regolamento nazionale a memoria, ad ottobre prenderai il REC (Registro Esercenti il Commercio), poi… vediamo!”
Quel ‘poi vediamo’ si è rivelato un’avventura splendida, ma piena di difficoltà e sacrifici.

All’epoca a Desio vigeva un insano monopolio che non giovava ne al settore ne al miglioramento del servizio. Questo fu il maggior stimolo per papà Guglielmo.
Sfidando tutto ciò, studiando sui libri e soprattutto, viaggiando sulla schiena dritta di papà, a ottobre 1991 ottengo il REC: la licenza di P.S. arriva ad aprile 1992, e così anche i primi clienti: amici, conoscenti che, nel momento del bisogno, si rivolgono a noi.

Il nostro primo ufficio si trova alle spalle della Basilica SS. Siro e Materno a Desio, in Via Conciliazione. Si naviga un po’ a vista, all’inizio. Pubblicità se ne fa per quanto è possibile: manifesti affissi per la città e depliant distribuiti casa per casa da onesta manovalanza minorile (mio fratello & amici), oltre che i classici biglietti da visita: il tutto scritto in rosso su carta bianca. Su questo abbinamento, papà era intransigente.

Gli inizi sono duri: il lavoro arriva a intermittenza. Inizialmente anche le istituzioni sono diffidenti e questo fa soffrire Guglielmo. E’ proprio così che nasce la figura del “Procaccianti combattente”, che batte sempre i pugni, che alza sempre la voce. Papà alza la voce per ottenere parità di trattamento e da ex consigliere comunale, non tollera eccezioni.

Comunque sia, La Desiana riesce a lavorare, e pure tanto, e pure bene: una mano ce la danno gli amici, quelli veri, che alla bisogna ci interpellano e che alla lunga consentono al nostro nome di trovare in Desio il giusto spazio.

Papà inventa un nuovo stile nei manifesti a lutto, negli addobbi floreali, nei rapporti interpersonali; introduce concetti che erano sempre mancati: educazione, riservatezza e cortesia con i clienti; si raccomanda sempre: “Piuttosto inventati una fesseria, ma passa a casa del defunto due-tre volte al giorno prima del funerale: servirà a tranquillizzare i famigliari e… a farti conoscere meglio!”

E così, con gesti semplici e garbati, a Desio compare finalmente un modo diverso di organizzare funerali: non più la semplice fornitura cassa-fiori-carro, ma un servizio più completo che accompagna la famiglia e il defunto dai primissimi momenti sino alla sepoltura in cimitero, evitando ulteriori, sgradevoli fastidi.

Nel 1994, finalmente, decade un obsoleto appalto comunale con il quale una ditta di Milano forniva gratis mezzi ed uomini al Comune di Desio per tutti i funerali. Ci si libera, finalmente, di furgoni vecchi ed impolverati e di personale non sempre adeguato. Finalmente possiamo lavorare con materiale nostro su tutto il servizio, assumendoci responsabilità piene e pieni meriti.

Nel 1997 ci trasferiamo a due passi da Piazza Conciliazione, in Via XXIV Maggio. Nel giro di pochi mesi, dopo molto pane duro, la mole di lavoro letteralmente raddoppia: forse qualcosa è davvero mutato e forse il nostro modo di lavorare inizia ad essere apprezzato, ora che i tempi sono diversi e la gente, senz’altro più attenta e raffinata nelle scelte, può gustarsi la libertà di scegliere a chi commissionare un funerale.

Mutando così improvvisamente la nostra realtà, cambiano anche i ruoli all’interno dell’Impresa: da factotum 24 ore al giorno, papà si trasforma in fantastico uomo di pubbliche relazioni, abilissimo nel far ramificare ulteriormente la nostra rete di contatti, conoscenze e collaborazioni. Al sottoscritto tocca lavorare un po’ di più, ma le soddisfazioni sono tali e tante che è solo un piacere prendere il suo posto in ufficio, lasciandogli la più totale libertà di azione e liberandolo dal vincolo che per molti anni lo aveva tenuto legato a queste quattro mura.
In questo modo, nei tempi morti del nostro lavoro, può anche mettere in pratica il suo hobby preferito, la pesca e passare ore ed ore seduto in riva al Lambro o al lago di Como.
Beninteso, sempre con il cellulare lì, tra ami e galleggianti, casomai dovesse capitare un servizio.
Oppure portare a spasso i nipoti, altra meraviglia che si è meritato, ora che -quasi- sembra gradire i pregi dei suoi sessant’anni.
Questa storia finisce la sera di Pasquetta del 2008, quando un infarto ce lo porta via così, senza dire niente.

Massimiliano



 

  Onoranze Funebri La Desiana di Procaccianti - Via XXIV Maggio, 4/a - 20033 Desio - Telefono: 0362-301646 - P.IVA 02182600961   Credits